You are currently browsing the tag archive for the ‘Elio e le Storie Tese’ tag.

ONE MAN BAND. Gesto di «assenteismo calibrato» alla Quadriennale di Roma. Il «duciampino padovano» in visita nello studio-fabbrica del «monaco» dell’arte contemporanea. Il Futurismo? un «bengala sparato nel cielo della storia». La paura? Diventare «macchiette come Benigni».

nuova-immagine1

Maurizio Cattelan a Tokyo da Francesco Bonami

Tokyo. Mentre stiamo scrivendo Maurizio Cattelan dovrebbe essere a Roma per ricevere il premio alla carriera assegnatogli dalla 15ma Quadriennale di Roma da una giuria prestigiosa composta da Suzanne Paget direttrice della Fondazione Arnault di Parigi, Vicente Todoli direttore della Tate Modern di Londra e Gerard Matt direttore della Kunsthalle di Vienna. Ma anche questa volta l’artista italiano più famoso e birichino del mondo non deluderà i suoi appassionati, le sue giovani fans e chi lo vuole sempre sulle cronache dei giornali ora rosa ora nere ora dorate. Infatti il sottoscritto può testimoniare di avere fatto colazione con lui nientepopodimeno che a Tokyo dove Cattelan è in vista di una sua futura mostra in un grande museo della città nel 2011 e per una serie di conferenze nel sud del paese. Non solo ieri (vedi foto) è stato lo stesso artista a consegnare il suo premio ad una coppia di giovani giapponesi, un fungo gonfiabile trafugato o preso in prestito dipende dai punti di vista da un negozio di telefoni cellulari del quartiere di Shibuya.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci